Tecniche Osteopatiche

Le sindromi vertebrali rappresentano il motivo più frequente di consultazione in osteopatia: cervicalgie, torcicolli, nevralgie cervicobrachiali, dorsalgie, lombalgie, sciatiche o cruralgie sono patologie dove l’Osteopatia si è dimostrata efficace. Il trattamento include manipolazioni articolari, trattamento dei tessuti molli, come flessione-distrazione su lettino specifico (la flessione distrazione associata alle altre tecniche osteopatiche permette di agire a livello dal disco intervertebrale con trazioni alternate e diminuendo l’edema discale), agisce su legamenti, capsule articolari, muscoli, migliorando la circolazione locale dei tessuti e sopprimendo il dolore riferito che è in relazione con questi elementi.

E’ indicata anche nei dolori degli arti, ad esempio le periartriti scapolo-omerali, dolori muscolari, eccetera…. Il trattamento osteopatico è di particolare interesse nelle lesioni sportive ed anche nei dolori cronici di tipo artrosico, etc L’Osteopatia può ugualmente essere utilizzata come una terapia preventiva allo scopo di evitare le recidive e la comparsa di quadri sintomatologici in relazione ai traumi subiti dal paziente (ad esempio: distorsione al ginocchi, conseguente disfunzione del bacino ad essa correlata per atteggiamento di compenso, comparsa di lombalgia).

Per quanto concerne le controindicazioni, in particolar modo all’applicazione di tecniche “manipolative”, si incontrano diverse patologie che rendono fragili le strutture oggetto del trattamento o : tumori ossei, reumatismi infiammatori, fratturi e lussazioni, malformazioni dello scheletro, osteoporosi avanzata, come del resto alcune vertigini da insufficienza vertebro – basilare, paralisi, eccetera. Per questo motivo la Scuola di Osteopatia di Madrid dedica ampio spazio allo studio della clinica onde evitare che il professionista intervenga in caso di controindicazioni relative o assolute.

I principi fondamentali dell’osteopatia sono:

  • Intendere il corpo come un’unica unità, avente la capacità innata di mantenere e recuperare lo stato di salute
  • Migliorare il circolo sanguigno e linfatico nelle aree ristrette ed in generale
  • Focalizzare il trattamento sulla ricerca della causa e non sugli effetti
  • Le manovre applicate sono atte a normalizzare, ma anche ad indurre nuove vie di compenso auspicabili la dove la patologia è irreversibile
  • Attraverso tutto ciò dare la possibilità al corpo di attuare una reazione di riassetto della postura